L’omogeneo e il suo rovescio

Mar 23, 2015

L'omogeneo e il suo rovescio

L’omogeneo e il suo rovescio

Per una clinica psicoanalitica del piccolo gruppo monosintomatico

di Massimo Recalcati

A partire dai primi anni Novanta in Italia si è sviluppata con particolare forza l’applicazione della psicoanalisi al piccolo gruppo cosiddetto monosintomatico o omogeneo, caratterizzato dalla presenza di soggetti che condividono la stessa sofferenza sintomatica. In questo contesto l’autore si è trovato impegnato in prima linea nella pratica con i piccoli gruppi monosintomatici anoressico-bulimici a conduzione analitica.
Il libro distilla questa esperienza di psicoanalisi applicata alla terapeutica. Il suo taglio è teorico e clinico. Teoricamente viene messa a punto una concezione del lavoro psicoanalitico col piccolo gruppo che si orienta a partire dall’insegnamento di Lacan. Clinicamente il riferimento maggiore è al piccolo gruppo anoressico-bulimico e al suo trattamento. L’autore ordina gli insegnamenti ricevuti dalla sua pratica in un modello teorico originale. L’omogeneo e il suo rovescio indica sinteticamente la strategia della cura: consentire che la particolarità soggettiva, dispersa anonimamente in un’ identificazione alienata ad un tratto comune, possa emergere nella sua singolarità più propria. Un ampio preliminare inquadra l’esperienza clinica dei piccoli gruppi monosintomatici nella cornice più generale della clinica contemporanea, della sue nuove declinazioni sintomatiche e delle sue implicazioni etiche e storico-politiche.

Acquista ora